Come Scegliere e Progettare la Cameretta per Bambini

Tra le varie stanze presenti in una casa quella dedicata ai bambini non è certo la più semplice da arredare, visto che deve tenere conto di molteplici esigenze e rispondere a più di una funzione.

Se infatti ogni ambiente generalmente ha un preciso scopo, come cucinare, rilassarsi, dormire, in cameretta i ragazzi si trovano a fare più cose: dormono, ospitano gli amici, si rilassano, studiano, guardano la tv.

Come se non bastasse l’uso della cameretta e i gusti dei suoi abitanti cambiano col passare degli anni: i bambini crescono e può anche nascere un nuovo fratellino. L’arredo deve quindi essere flessibile e bisogna tenere in conto che potrebbe essere modificato o integrato con la crescita.

Proviamo quindi a mettere insieme qualche consiglio utile nella progettazione della cameretta, facendoci aiutare da Camerette per Bambini, un portale dedicato proprio all’arredo per ragazzi made in Italy.

 

Sicurezza prima di tutto

Il primo consiglio è di scegliere mobili sicuri: devono avere caratteristiche qualitative tali da non rischiare di rompersi troppo facilmente, evitare il più possibile la presenza di spigoli e non avere sbarre o altri spazi in cui un bimbo possa incastrare braccia o gambe.

Qualora ci fossero letti a castello o soppalchi va fatta una grande attenzione alla scala di salita e alle protezioni del letto alto.

 

Praticità dei mobili

I mobili devono essere comodi da utilizzare: in particolare bisogna scegliere un letto che sia comodo da riassettare. Quindi bene accessibili.

Per agevolare la pulizia alcuni elementi, come letto e comodino possono essere pensati su ruote.

L’armadio per esser pratico non deve essere tutto in alto a ponte, ma anche partire da terra e deve essere ben organizzato con appenderie, ripiani e cassetti.

La scrivania deve avere associata una libreria e possibilmente una cassettiera che contenga la cancelleria.

 

Lasciare spazio per il gioco (e per il futuro)

Se la cameretta è per bimbi piccoli è bene lasciare un buono spazio in centro stanza, questo permette di avere “respiro” e i bambini potranno giocare liberamente. Quando cresceranno questo spazio potrà essere ripensato, sarà utile se c’è da aggiungere un posto letto per la nascita di un fratellino, ma anche se si vuole fare una scrivania più grande o trasformare i letti da singoli a una piazza e mezza.

 

Scegliere colori che non stancano

Non è una buona idea fare una camera troppo infantile: se i bimbi ora sono piccoli bisogna tener conto che cresceranno. Per questo motivo è importante che le camerette siano arredate con gusto sobrio, scegliendo tinte non eccessive, che non stanchino nel tempo e che possano piacere anche agli adolescenti.

Si potrà dare un tono allegro e adatto ai più piccoli con accessori quali tappeti, poster, copriletto e altro, mentre l’arredo è meglio che sia meno connotato.